sabato 22 agosto 2009

BELGIOIOSO 29 - 30 AGOSTO 2009


Medioevo in Mostra Belgioioso(PV)dal 29/08/2009 al 30/08/2009

Dalle 14 alle 20 di sabato 29 e dalle 10 alle 20 di domenica 30 agosto 2009, al Castello di Belgioioso tornerà la manifestazione “Medioevo in Mostra”, che deve la sua duratura fama internazionale - la prima edizione risale infatti al 1996 - a un felice e unico connubio e cioè unire molteplici spettacoli e attrazioni di tipo medievale, accattivanti anche per i neofiti, al fatto di essere il luogo deputato d'incontro e confronto culturale per tutti coloro che operano filologicamente nella rievocazione di questo affascinante periodo storico. Nel 2005, Medioevo in Mostra fu sospesa per quattro anni, nonostante un'affluenza di visitatori da record anche in quella edizione, per motivi tecnici. Ma finalmente può riaprire i battenti quest'anno con l'aggiunta di molte novità.

Fra gli oltre 140 espositori provenienti da tutta Europa ci saranno università, musei, città d'arte, rocche e castelli, enti di ricerca e tutela storica, artigiani, oplologi, famosi e selezionati gruppi e associazioni di rievocazione storica medievalee naturalmente una rappresentanza del JOLLYROGERXXX.
Medioevo in Mostra in tal senso è il luogo deputato nel quale i ricercatori possono scambiarsi informazioni su tutto ciò che concerne questo lungo periodo storico – ben 1000 anni – includendo l'arte, la moda, l'enogastronomia, l'oplologia e tanto altro. Nel parco del castello, sia sabato che domenica, saranno montati diversi accampamenti militari con ricostruzioni di vita da campo medievale, con molti banchi e botteghe di armaioli, calzolai, ricamatrici, amanuensi, erboristi, orafi, vasai e cesellatori, fra i quali si aggireranno e si esibiranno musici, saltimbanchi, burattinai, mangiafuoco e danzatrici. Non mancheranno naturalmente i falconieri - presenti domenica - con i loro affascinanti rapaci di diverse specie, tutti perfettamente addestrati così come realmente accadeva nel medioevo e che alle 17 circa di domenica stupiranno con le loro acrobazie nel volo libero. Per questo motivo, oltre che per la presenza di cavalli, per motivi prudenziali è assolutamente vietato l'ingresso ai cani e ad altri animali estranei all'organizzazione.

Fra gli animali messi in campo dall'organizzazione, anzi, ve ne saranno di particolari. Infatti, a Medioevo in Mostra a ogni edizione si affronta – con mostre o spettacoli – un tema diverso. Quello del 2009 sarà relativo ai lupari, addetti specializzati alla caccia al lupo che Carlo Magno nel IX secolo mise in campo in tutto l'impero. Allora i lupi erano un problema diffuso e grave, al contrario di oggi in cui questa specie è giustamente protetta. A rievocare il luparo a Medioevo in Mostra ci sarà un carro in legno con una grande gabbia in tronchi nella quale, ovvio, ci saranno i lupi. Era prassi all'epoca che i lupi catturati – per la quale cattura o abbattimento erano previsti premi anche in danaro – venissero trasportati nella piazza del borgo. I lupi in gabbia non saranno quelli selvatici, ma esemplari di cane lupo italiano e di cane lupo cecoslovacco, per intenderci le razze canine che sono state create proprio incrociando cani lupo con veri lupi. Non mancherà naturalmente il luparo, personaggio rude, silenzioso e persino inquietante che racconterà del suo avversario, il lupo, che lui caccia ma che apprezza e stima per le molte doti. E c'è da essere certi che i bambini che ascolteranno rapiti i racconti del luparo – a volte tenebrosi ma sempre avvincenti – rimarranno a bocca aperta. Specie dopo avere carezzato il “lupo cattivo”, che di cattivo oggi ha solo la fama, poiché questi saranno anche fatti uscire dalla gabbia, al guinzaglio, condotti dai loro proprietari.

PROGRAMMA E INFORMAZIONI DELLA MANIFESTAZIONE
Sabato 29 e Domenica 30 Agosto (Sabato dalle ore 14 alle ore 20 e Domenica dalle ore 10 alle ore 20) nella splendida cornice del Castello di Belgioioso, si terrà una Mostra Storica Medioevale a livello internazionale con oltre 140 espositori provenienti da ogni parte d'Italia e paesi esteri.
La Manifestazione, nata nel 1996 (e sospesa negli ultimi quattro anni), ormai consolidata e in forte crescita, con una partecipazione di pubblico nelle passate edizioni di oltre 12.000 persone, tra le migliori del suo genere in Italia, giunge quest'anno alla sua X edizione.
La Manifestazione fondamentalmente è suddivisa in due parti: una parte espositiva (rivolta ad un pubblico di settore) e una parte dedicata a spettacoli e intrattenimenti (rivolta sopratutto a famiglie e semplici appassionati).

PARTE ESPOSITIVA
La parte espositiva si svilupperà nelle Sale e nel Parco del Castello e ospiterà oltre 140 espositori.

PARTE DEDICATA AGLI SPETTACOLI
La parte dedicata agli spettacoli si svilupperà principalmente nel Parco del Castello, sopratutto nella giornata di domenica, e coinvolgerà centinaia di Personaggi in costume.
I bambini fino a 5 anni non pagano
In caso di maltempo la Manifestazione avrà regolare svolgimento.
E’ vietato l’ingresso ai cani.

EVENTO COLLATERALE
Il tema dell’evento collaterale per questa edizione 2009 è dedicato al Medioevo Fantastico, e riguarderà: un’area mercato (con banchi e botteghe sull’immaginario fantastico medioevale, sul Medioevo alternativo e sul tema de “Il Signore degli Anelli”), una mostra tematica (dedicata a “Il Signore degli Anelli”) e una giornata completa di animazioni per bambini (sempre riferita a “Il Signore degli Anelli” e rivolta sopratutto a famiglie con bambini).

AREA MERCATO DEDICATA AL MEDIOEVO FANTASTICO
L’area mercato dedicata al Medioevo Fantastico verrà allestita in una particolare zona nel Parco del Castello e ospiterà moltissimi banchi e botteghe a tema sull’immaginario fantastico medioevale e sul Medioevo alternativo.

MOSTRA TEMATICA
La mostra tematica dedicata a “Il Signore degli Anelli”, sarà allestita in una particolare zona all’interno delle Sale del Castello, ricoprirà un’area complessiva di 100 metri quadrati circa e sarà composta da pezzi provenienti direttamente dal Film “The Lord of the Rings” © e da diverse copie e repliche delle aziende e artigiani che hanno lavorato al Film.

GIORNATA DI ANIMAZIONE PER BAMBINI
La giornata completa di animazioni per bambini, si svolge in entrambe le giornate di Sabato 29 e Domenica 30 Agosto e riprende in forma decisamente più ridotta, la Manifestazione che si è svolta nei giorni di Pasqua e Lunedì di Pasqua.

DISTANZE DAL CASTELLO DI BELGIOIOSO
Il Castello di Belgioioso è in provincia di Pavia ed è situato a 13 km. da Pavia - 26km. da Lodi - 39 km. da Piacenza - 52 km. da Crema - 55 km. da Milano - 76 km. da Cremona - 79 km. da Alessandria - 99 km. da Parma - 112 km. da Asti - 114 km. da Bergamo - 121 km. da Brescia.

ORGANIZZAZIONE GENERALE
Associazione Culturale Excalibur Pavia
Associazione Culturale Media Aetas Pavia

INFO
E-mail: massimostassano@libero.it
----------------------------------
www.medioevoinmostra.it
www.medioevoinmostra.com
www.belgioioso.it
www.belgioiosofantasy.it

giovedì 20 agosto 2009

ROGERMATE

CALDO MORTALE

NON ESSERE FILOLOGICI PER FORZA NON E' PECCATO!

O' Plitico as coming!


Dedichiamo questo post al nostrano membro dello staff detto (all'irlandese) O'plitico, che a 12 anni dal mitico Guinness tour raccontato sull'allora cartaceo XXX (chi non ce l'ha più faceva meglio a tenerlo da parte), ritorna sull'isola verde con nuovo spirituale e meditativo viaggio, sulle orme di San Patrizio da Stout, all'insegna del turismo eti(li)co tanto oggi di moda...
NB: i serpenti non ci saranno, ma gli etilometri si!

ASSEDIO ALLA VILLA: COMUNICATO STAMPA


Assedio alla Villa, venticinquesima edizione per la manifestazione poggese che riparte dalle 35 mila presenze dell'anno scorso e aspira a crescere. Anche quest'anno la carrozza di Maria Giovanna d'Austria viaggerà da Innsbruck a Poggio a Caiano
PRATO – E' stata presentata questa mattina a palazzo Vestri la venticinquesima edizione dell'Assedio alla Villa, la manifestazione poggese che quest'anno festeggia la venticinquesima edizione. Il presidente della Provincia Lamberto Gestri e l'assessore al Turismo Antonio Napolitano, l'assessore di Poggio a Caiano Angelo Formichella, il direttore dell'Apt Alberto Peruzzini, il presidente della Proloco di Poggio a Caiano Massimo Orlandi, il presidente del Comitato Assedio Piero Baroncelli, l'arte director della manifestazione Marcello Bo e il responsabile della promozione Raimondo Vacca hanno tenuto a battesimo l'evento programmato per il 18-19 e 20 settembre 2009 tracciando il profilo di una manifestazione in crescita.
“L'Assedio è un modello da utilizzare per promuovere il territorio facendo cultura, spettacolo, storia e tradizioni. Una vetrina per i luoghi medicei e per la provincia intera che valorizza ideali collegamenti con la nostra storia e utilizza un 'veicolo' di promozione straordinario, la carrozza che ripercorre un viaggio di grande suggestione”, ha detto Gestri. Mentre l'assessore Formichella ha ricordato che l'Assedio riparte dalle 35 mila presenze dell'anno passato per crescere ancora. “Sono numeri importanti concentrati in tre soli giorni – ha aggiunto – Abbiamo le potenzialità per diventare un appuntamento toscano e uno dei punti di forza di un pacchetto 'settembre pratese', che promosso nel suo complesso, diverrebbe un'offerta turistica di tutto rispetto”.
A questo proposito il direttore dell'Apt Peruzzini ha ricordato che quest'anno la tappa della carrozza di Maria Giovanna d'Austria a Bolzano sarà l'occasione per una giornata di presentazione dell'Assedio a tour operator, cral e associazioni con l'obiettivo di potenziare l'immagine dell'evento, ma anche di gettare un seme per la prossima edizione, puntando all'inserimento nei 'pacchetti' degli operatori turistici.
Orlandi, Baroncelli e Bo hanno illustrato i dettagli della manifestazione che ripropone gli appuntamenti classici, lo zampillare del vino dalla fontana del mascherone, gli stand gastronomici, il mercatino rinascimentale e i giochi d'arme, la cena con spettacolo nella villa medicea e il viaggio da Innsbruck a Poggio a Caiano della carrozza di Maria Giovanna d'Austria per le nozze con il principe Francesco de' Medici. La carrozza partirà il 14 settembre, farà una tappa al giorno (Bressanone, Bolzano, Verona, Mantova, Bologna, ma anche Prato e Firenze) e promuoverà i prodotti tipici del territorio. Fra le novità di questa edizione le visite guidate alla villa medicea con la partecipazione di personaggi in costume che 'animeranno' le stanze e il parco della villa, ma per il futuro c'è già il progetto delle 'notti bianche' a Poggio. Gli organizzatori si sono detti convinti che l'Assedio abbia i numeri e il bacino d'utenza per diventare una sorta di Mercantia della piana Firenze-Prato-Pistoia, a condizione di avere enti e risorse che lo sostengano.
L'Assedio alla Villa è realizzato con il contributo di Regione Toscana, Provincia di Prato, Camera di Commercio di Prato, Banca Credito Cooprativo Area Pratese e la collaborazione di Comune di Prato, Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Antropologico e per il Polo Museale della città di Firenze, l'Associazione Italia Austria in Toscana, il Consolato d’Austria – Firenze, Österreichisches Konsulat – Florenz.
Il programma prevede percorsi-giochi per le scuole nei giardini della Villa medicea e nel Museo della natura morta, il mercato rinascimentale, spettacoli di burattini, l'accampamento militare che darà vita a tornei equestri con sfide tra cavalieri, le taverne dove saranno allestiti gli stand gastronomici, lo spazio giovani e naturalmente il corteggio storico e i fuochi d'artificio a chiusura della manifestazione la sera della domenica.
Infoline 055 879877,
info@prolocopoggioacaiano.it, www.prolocopoggioacaiano.it, info@assedioallavilla.it, www.assedioallavilla.it.
PROVINCIA DI PRATO - Ufficio stampa
Via Ricasoli, 25 - 59100 Prato Tel. 0574 534231-573-635
ufficiostampa@provincia.prato.it - www.provincia.prato.it

Appuntamenti di OCTAVA RIMA per il mese di agosto:

25/08 - Un giardino di delizie - letture dal Pentamer5one di Gian Battista
Basile:
27/08 - Filosofi e Dei - letture da De Crescenzo, Villaggio ed altri autori.

Finalmente l'abbiamo ritrovato in enoteca!

GAIOSELLO DI MONTEBELLO
IGT
MONTEBELLO DELLE MARCHE (MC)
Vino leggero ma brioso
Prodotto secondo
l’inimitabile antica ricetta segreta di
vinificazione dell’anno domini 1234
prodotto dalla
Cantina sociale ExVinis
ITALY

giovedì 6 agosto 2009

15 UOMINI SULLA BARA DEL MORTO: SVELATO IL MISTERO!

15 UOMINI

Quindici uomini, quindici uomini sulla cassa (baule) del morto,
yo-ho-ho e una bottiglia di rum!
Il rum e il mio demonio hanno pensato al resto …….
yo-ho-ho e una bottiglia di rum!
Quindici uomini, quindici uomini sulla cassa (baule) del morto,
yo-ho-ho e una bottiglia di rum!
Satana agli altri non ha fatto torto, con la bevanda li ha spediti in porto,
yo-ho-ho e una bottiglia di rum!
Quindici uomini, quindici uomini sulla cassa (baule) del morto,
yo-ho-ho e una bottiglia di rum per conforto!

Che ci facevano "quindici uomini sulla cassa del morto e una bottiglia di rum"? Milioni di lettori dell' Isola del tesoro di Louis Stevenson si sono posti la domanda sul significato della canzone dei pirati capeggiati dal cuoco dalla gamba di legno, Long John Silver. Ma ora uno studioso ed esploratore britannico, Quentin Van Marle, ha chiarito il mistero e ne ha fornito la spiegazione alla Royal Geographical Society di Londra che l' ha pubblicata sul suo periodico Geographical: Stevenson ha riprodotto fedelmente le parole di una canzone originale, realmente cantata tra i pirati nel 1700, nella quale si fa riferimento ad una vicenda accaduta a "Cassa di uomo morto" che e' un pezzetto di terra minuscolo e disabitato tra le Isole Vergini (Caraibi). Secondo una leggenda Edward Teach, uno dei pirati più famosi e temuti, punì un suo equipaggio che si era ammutinato abbandonandolo per 4 settimane sull' impervia isoletta. Ad ognuno dei 30 uomini diede null'altro che una bottiglia di rum e sperò che morissero di fame o si uccidessero a vicenda. Invece, quando tornò dopo un mese trovò che 15 di essi erano sopravvissuti. Così nacque la canzone.
Tratto da Corriere della Sera del 31 marzo 1995

Feste medievali di Monteriggioni: risposta del sindaco

Il presente estratto è tratto dal sito ufficiale del comune di Monteriggioni.
Al fine di una corretta informazione consiglia di visitare la pagina web:
http://www.comune.monteriggioni.si.it/index.php?name=News&file=article&sid=1126

(omississ) ........... Premesso che sul richiamo all’autenticità ci andrei piano (per tutti!), per quanto riguarda la nostra Festa Medievale, ci sono limiti oggettivi che derivano dalla modesta popolazione del Castello (poche decine di residenti), che ci impediscono di poter contare su un seguito popolare che sarebbe la leva ideale per disporre di protagonisti autentici piuttosto che di attori professionisti, che comunque ricostruiscono episodi storici realmente accaduti . Gli abitanti delle altre frazioni di Monteriggioni preferiscono, infatti, impegnarsi con grande slancio nel vasto mondo dell’associazionismo locale. Nel 2010 celebreremo il ventennale della Festa medievale di Monteriggioni e questa ricorrenza sarà l’occasione per migliorare ulteriormente la qualità dello spettacolo offerto e la visibilità. Sì, visibilità, perché il successo non è un peccato, soprattutto se usato per far conoscere il territorio, per sviluppare il turismo e rafforzare il senso dell’identità per i cittadini. ..................... (omississ) _.

COMMENTO:
PURTROPPO IL SENSO D'IDENTITA' NON SI RAFFORZA CERTO CON IL COINVOLGIMENTO DI PERSONALE ESTERNO, MA PIUTTOSTO CON QUELLO DELL'ASSOCIAZIONISMO LOCALE!

LOGO A COLORI dell'Ass.Sport Cinema & Storia - stand Jollyrogerxxx a Belgioioso


Monteriggioni la sag(r)a continua ovvero anche le formiche s'inc..no


Pubblichiamo senza commentare l'articolo apparso sul quotidiano "Il Corriere di Siena" in data 3 agosto 2009 e relativo alla polemica, circa le rispettive feste medievali, scoppiata tra il sindaco di Monteriggioni e l'ass. storica Castel di Badia (Abbadia San Salvatore) alla quale va il tutto il nostro appoggio.

VITA QUOTIDIANA NELL'ITALIA DEL '400


Vita quotidiana nell'Italia del '400. Fotoricostruzioni della compagnia de lo Albero Bianco
di B. Chionetti e M. Vignola
Editore: Marvia
Data di Pubblicazione: 2009
ISBN: 8889089296
ISBN-13: 9788889089293
Pagine: 96

Prezzo: € 20.00

Nei diversi capitoli del libro viene illustrato, con belle fotoricostruzioni della Compagnia de lo albero bianco, ogni aspetto della vita quotidiana dell'Italia quattrocentesca, a partire dalla dimensione più intima della casa, all'abbigliamento in città e nelle campagne, per arrivare alle armature e alle armi, sempre presenti e utilizzate in quel periodo.

_ ........ "In Italia ci sono voluti alcuni decenni prima di iniziare a capire che “ricostruzione” e “storia vivente” possono essere uno splendido modo di trascorrere il tempo libero con gli amici, ma anche un metodo scientifico per riscoprire e divulgare contenuti e valori d’un passato che ci appartiene ed al quale siamo indissolubilmente legati. Abbiamo percorso chilometri di strade in auto e a piedi per raggiungere sperdute chiese di campagna, camminato avanti e indietro lungo i corridoi dei musei, trascorso ore e ore a consultare testi, ad interpretare illustrazioni, bussato a tante (troppe...) porte chiuse, nell’insaziabile desiderio di vedere o toccare con mano tutto ciò che ci potesse ancora trasmettere un’immagine del passato. Sono stati, e saranno ancora necessari, anni di ricerca, di prove ed esperimenti per riscoprire tecniche e manualità apprese con sangue e sudore dai nostri antenati e preziosamente trasmesse di generazione in generazione, prima dell’oblio dove le ha costrette la nostra indifferenza.Non è stato facile, e non è facile tutt’oggi, lottare contro i mulini a vento dello stereotipo ed i muri di gomma del luogo comune e della disinformazione. Abbiamo perciò deciso di dare alle stampe queste poche pagine, non certo per offrire risposte definitive, ma per proporre alcune nostre interpretazioni, nella speranza che altri possano proseguire lungo la strada da noi intrapresa e migliorare i risultati ottenuti. Il nostro intento è stato quello di provare a ricreare gli istanti quotidiani di coloro che ci hanno preceduto, grazie ai quali ora siamo qui a godere i frutti del loro anonimo lavoro, per preservarne e divulgarne operato e memoria. Lasciateci sognare che, anche solo per un istante, sia veramente possibile sentirsi “nel quadro”. "_ .

il JollyRogerXXX a Belgioioso 2009

martedì 4 agosto 2009

BENVENUTO AL PRIMO GRUPPO GRUPPO DI RICOSTRUTTORI ISPIRATI DAL JOLLYROGERXXX



STORIAinFIERA

Gentilissimi,
non occorre Vi dica quanto la Rievocazione storica - oltre ad essere un mezzo efficace per tutelare la Memoria e divulgare la Storia - si sia confermata oggi più che mai, grande attrattore turistico e veicolo per la promozione del territorio dal punto di vista storico, culturale, artistico ed enogastronomico.
Ecco perché, dopo l’esperienza vissuta nelle due edizioni di Re-enacting festival e consapevole che sia arrivato il momento per dare una svolta decisiva, ho pensato fosse arrivato il momento di dare una carta d’identità di tutto rispetto all’attività che noi tutti pratichiamo con interesse, dedizione e amore. La Rievocazione storica con tutti i Gruppi storici che ne fanno parte, meritano molto di più di un semplice mercato o di una collaterale, nasce così STORIAinFIERA, una fiera dedicata interamente alla Rievocazione storica e al Turismo storico/culturale. Gruppi Storici, Borghi antichi e tradizione, si incontreranno in un appuntamento che avrà luogo nei giorni 6 e 7 marzo 2010 presso il quartiere fieristico di Ferrara per dare vita ad una kermesse che permetterà ad ognuno di Voi di farsi conoscere e di trovare nuovi palcoscenici degni di ospitarVi nei prossimi anni.
Durante le due giornate, oltre a molte aeree adibite appositamente per gli spettacoli e le dimostrazioni, ospiteremo personaggi di spicco nazionale conosciuti attraverso i media e le loro pubblicazioni. Saranno allestiti spazi idonei a presentare il proprio borgo con la presenza di autorevoli giornalisti e, la migliore tradizione enogastronomica del nostro Paese allieterà i nostri palati, dandoci la possibilità, per chi lo desidera, di pranzare e cenare in fiera.
Attraverso un ufficio stampa di tutto riguardo, seguiranno questa prima edizione di STORIAin FIERA, le testate giornalistiche di settore, il web e molti organi di stampa e comunicazione (quotidiani, TV e Radio).
STORIAinFIERA, pubblicizzata anche in Europa, ha già suscitato molto interesse da parte di esperti del settore oltre che ad artigiani e commercianti, motivo in più che ha spinto la Provincia e il Comune di Ferrara a patrocinare il progetto fin da subito.
Con un Gruppo di tutto rispetto formato, oltre che da me, dall’Ente fiera, da un’agenzia di comunicazione, un console del Touring Club e da un esperto di tradizioni, stiamo lavorando affinché possiate prendere visione di quanto scritto sopra. Nei primi giorni di settembre sarà online il sito web con tutte le informazione adeguate e la modulistica per partecipare e una segreteria vi seguirà passo passo. Sono sicura che apprezzerete la scelta di una fiera tutta dedicata alla Rievocazione storica e alla Storia e quindi sarete in tanti a prendervi parte.
Nell’augurarVi un mese all’insegna della rievocazione e della vacanza, Vi aspetto numerosi ricordando che sarà mia compito dare tutte le risposte ai vostri quesiti.
Con affetto e stima
Susanna Tartari